Sinossi

cover_sito

Il libro è un romanzo ucronico che, nel contesto di una storia alternativa, descrive le ideologie Juche e marxista-leninista e, più in generale, ciò che è stato ed è il Socialismo nel mondo reale.

Il corso della storia cambia nel 1948 quando in un attentato viene ucciso il segretario nazionale del Partito Comunista Italiano Palmiro Togliatti. La reazione dei compagni è violenta. Scoppia la Rivoluzione proletaria. L’Italia diventata una Repubblica popolare.

Siamo nel 2021. Mira vive a Parma in un’Italia stalinista che l’autore immagina e descrive, alleata di Pyongyang. È fidanzata con un funzionario dell’ambasciata della Corea del Nord di nome Kim. Segue la crisi politica internazionale conseguente all’invasione dell’arcipelago sudcoreano di Liancourt da parte della Marina imperiale giapponese con la complicità degli Stati Uniti.

Il popolo della Corea del Sud chiede al Grande Maresciallo Kim Jong Un, Leader Supremo della Corea del Nord, di intervenire in suo aiuto.

Nel frattempo Mira rivede a una cena di classe un suo ex compagno di cui si era innamorata. Scopre che è un “rottamatore” trotskista. A riguardo farà la scelta migliore, che Kim Jong Un ricompenserà.

La descrizione del viaggio di Mira in Corea del Nord è il racconto dell’esperienza vissuta dall’autore a Pyongyang nel 2016.

Quando tutto sembra finito, ecco che l’imperialismo torna a colpire…


Autore: Andrea Marsiletti

Editore: Bloom

Codice ISBN 978-88-942902-0-2

Data di pubblicazione: novembre 2017